Varmo

 

 

Nella media pianura friulana a poca distanza dal fiume Tagliamento.

Armamento principale:

Probabilmente quattro cannoni scudati da 152/40 o da 149

Armamento secondario:

Non conosciuto

Cenni storici:

Opera facente parte della Fortezza basso Tagliamento ed in particolare alla Piazzaforte di Codroipo.

Nel periodo dopo la seconda guerra mondiale stata inserita tra le opere destinate a formare lo sbarramento "anti-invasione sovietica". Attualmente non presidiata anche se si trova ancora in zona militare.

Oggigiorno si trova in stato di apparente abbandono, ma la struttura risulta integra in tutte le sue parti. Non risulta essere stata impiegata in combattimento e si suppone sia stata catturata dagli Austro-Ungarici dopo Caporetto come le altre opere della piazzaforte. Da informazioni raccolte nella zona, sembra che periodicamente sia usata come campo di tiro militare e nel cancello d'ingresso, presente il solito cartello "Zona Militare". Sempre nel cancello presente un numero di telefono al quale rivolgersi per informazioni.

 

 

Notizie sull'opera:

Si tratta di una costruzione molto semplice ad unico piano, assomigliante molto alla batteria di Rivarotta, alla batteria Venerio ed alla Barbarigo in provincia di Venezia. I pezzi che la armavano erano installati all'esterno.

 

Vie d'accesso all'opera: