MONTE RIONE o RIVON

Provincia di Vicenza

rione in guerra.gif (440970 byte)

Il fortilizio durante la guerra


Posizionato sull’orlo della conca del Monte Novegno sulla sommitÓ del monte Rivon a quota 1691 m.

Costruito tra gli anni 1910-1912.

Armamento principale:

Due cannoni da 149 G in barbetta. 

Cenni storici:

Il forte era funzionante all'epoca della Strafexpedition con uno solo dei due cannoni. Il 149 G continu˛ a sparare anche se controbattuto dall'artiglieria nemica, ma proprio nel pomeriggio del 13 maggio 1916, quando l'intenso bombardamento faceva preludere ad un attacco austriaco successe l'imprevisto. Un artigliere and˛ a riferire al Comando di Divisione che era scoppiata la volata del pezzo. Il generale Petitti di Roreto ordin˛ che si continuasse a tirare a salve e l'artiglieria nemica continu˛ a rispondere al fuoco senza accorgersi del fatto.

La postazione dei cannoni (www.cimeetrincee.it)

Roberto Belvedere

 

 

Notizie sull'opera:

Trattasi di costruzione in pietra. E’ oggi visibile il ricovero fortificato per la truppa e i serventi (riattato di recente ), i resti delle piazzole, collegate alle piccole casermette mediante un trincerone. Adiacente alle casermette, si trova l’ingresso della polveriera.

 

Quel che resta dell'opera oggi (www.cimeetrincee.it) Roberto Belvedere

Vie d'accesso all'opera:

Dall’abitato di Schio, si prende in direzione Rovereto, e appena usciti, dopo aver varcato il ponte sul torrente Gogna, si prende a destra la strada per Poleo che si supera in direzione del Passo di S. Caterina. La strada sale con tornanti stretti passando per le contrade Corobolli, Zanei e Bogotti.

Si procede per le localitÓ Marsili e Piazza. Qui si prende a destra per S. Caterina di Tretto e si prosegue fino alla contrada Rossi ( m.900 e Km 11 circa da Schio ). Inizia a sinistra la carreggiabile che con numerosi tornanti porta alla Busa di Monte Novegno. Qui si lascia l’automobile e si imbocca il sentiero n.1 che conduce al forte.