INTERROTTO

Provincia di Vicenza

I vistosi danni all'opera prima dei lavori

 

Sorge poco sotto la sommità dell'omonimo monte a quota 1392 m. in posizione dominante l'intera conca centrale dell'Altopiano dei Sette Comuni nel territorio di Camporovere.

Fu costruito intorno al 1885.

Armamento principale:

Due cannoni da 120 mm. in casamatta ( da notizie di fonte austriache ) o di due cannoni da 75 B con affusto rigido secondo altre fonti.

Cenni storici:

Era soprattutto una caserma difensiva ed ebbe una certa tranquillità fino al 27 maggio 1916 quando fu occupato dagli austro-ungarici che lo tennero nelle loro mani fino alla fine del conflitto.

Sono iniziati nei primi mesi del 2004 dei lavori di  restauro della struttura dell'opera con lo scopo di consolidare le parti murarie togliendo la vegetazione e liberando l'area dal materiale che si era depositato negli anni.

Attualmente sono stati conclusi i lavori relativi al 1° stralcio e al 2° stralcio .                 

L'interno dell'opera prima dei lavori

Notizie sull'opera:

La costruzione era fatta di pietrame ed il progettista subiva ancora molto la concezione ottocentesca o addirittura medievale dell'architettura militare e non l'esigenza di un'opera bellica. Al piano terra c’erano, da sinistra in senso orario, la guardiola, il deposito viveri, la cucina, il deposito legname, locali per l’alloggiamento della guarnigione, il deposito munizioni e la stalla per quattro cavalli. Al centro del cortile c’era il piano di raccolta dei serbatoi.

Dopo l’occupazione austriaca, venne adibito ad osservatorio per le vicine batterie di cannoni e fu installato anche un riflettore. Probabilmente fu armato anche con cannoncini di piccolo calibro piazzati all’esterno. Era collegato con il sottostante monte Rasta, dove era stato costruito un osservatorio circolare corazzato. I danni subiti dall’opera furono provocati dall’artiglieria italiana.

Visto dal basso (2002)

 

Vie d'accesso all'opera:

Dall'abitato di Camporovere si stacca una strada che sale verso il monte Rasta e poi attraverso il bosco arriva al forte Interrotto dopo alcuni chilometri.

 

Foto disponibili dopo la prima fase dei lavori

Foto disponibili dopo la seconda fase dei lavori degli esterni

Foto disponibili dopo la seconda fase dei lavori degli interni