TOMBION

Provincia di Vicenza

tombion.jpg (14003 byte)

1917 alcuni ufficiali austriaci nell'opera


Si trova lungo la SS. Valsugana a un chilometro circa dal paese di  Cismon del Grappa e fa parte del suo territorio comunale.

Fu costruito nel 1885. 

Armamento principale:

Quattro pezzi da 75 A.

 

tombion disegnod'insieme.gif (85650 byte)

Disegno dell'opera di Tombion

Cenni storici:

Opera che faceva parte dello Sbarramento Brenta - Cismon. Dopo l'annessione del Veneto all'Italia, nacque l'esigenza di difendere il nuovo confine. Lo sbarramento del Tombion, chiude la valle nel suo punto pi¨ stretto, scavalcando con un arco la strada e costringendo il Brenta a scorrere stretto e profondo tra il muraglione del forte e la rupe. Durante la prima guerra mondiale, venne sgomberato senza colpo ferire. Il Tombion Ŕ stato costruito nelle vicinanze dove esisteva il Covolo di Butistone ( esistono ancora i resti dell’opera ), antica fortificazione che aveva difeso ben pi¨ valorosamente la valle nei secoli precedenti. Verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, fu teatro di una azione partigiana. Ecco come si svolsero i fatti. Dopo l’8 settembre 1943, si era installato un presidio della Repubblica Sociale Italiana. Il piano d’attacco, sollecitato dal SOE ( Special Operation Excutive ) britannico, venne accuratamente predisposto da "Bruno". "Oreste", nella notte tra il 6 e il 7 luglio 1944, guid˛ l’azione di una squadra del "Monte Grappa". I partigiani si infiltrarono nel forte, neutralizzarono il presidio, si impadronirono di diversi quintali di esplosivo che servirono per far saltare la galleria ferroviaria e la strada statale le quali rimasero inutilizzate per una quarantina di giorni. Usando, con notevole rischio, granate inesplose della Grande Guerra, fecero saltare le rotaie della ferrovia Bassano - Trento nei pressi di Primolano. Ancora nell’inverno 1944-45 fecero deragliare e precipitare nel Brenta alcune locomotive ferme.

tombion.jpg (77562 byte)

Particolari dell'opera

 

Notizie sull'opera:

Trattasi di opera in conci calcarei squadrati della zona. Era una tagliata stradale e scavalcava la strada interrompendola con i portoni. Il suo sviluppo era di due piani, mentre la pianta era in lunghezza e a ridosso della montagna, si inerpica su di essa per circa cinquanta metri e poi continuava ancora in piano. Durante i lavori di allargamento della strada statale e della ferrovia, fu parzialmente distrutto. E' ora proprietÓ privata.

tombion da sud.jpg (65142 byte)

I ruderi dell'opera provenendo da Bassano

 

Vie d'accesso all'opera:

Dall'abitato di Cismon, si procede verso Trento per circa un chilometro e si parcheggia nel piazzale del ristorante al Forte Tombion.

Pianta dell'opera

Altre immagini disponibili