MONTE   CIMO  GRANDE

  Provincia di Verona

La facciata della sottostante caserma collegata alla batteria


Nel crinale del monte Cimo Grande di Spiazzi nel versante dell’Adige a quota 909 m. Nel territorio comunale di Caprino Veronese in localitÓ Spiazzi.

I lavori furono svolti tra il 1905 e il 1913. 

 

Armamento principale:

Quattro cannoni da 149 sotto cupola corazzata girevole.   

 

Cenni storici:

Opera facente parte della Fortezza di Verona, settore Val d’Adige. Fu costruito a completamento della linea difensiva verso il confine con l’Austria-Ungheria ( ora confine di provincia ). Nei suoi locali era stata ospitata una colonia per vacanze. Ora sopra il forte, sono alloggiati dei ripetitori televisivi.

 

corridoio batteria.jpg (48791 byte)

Il corridoio della batteria oggi

 

Notizie sull'opera:

Fortificazione considerata moderna, dell’ultima serie, che pur tenendo conto della aumentata potenza di fuoco Ŕ ancora legato ai canoni estetici tradizionali, di cui ricalca gli stilemi. Ha un piazzale antistante e un fossato a nord-ovest scavato nella roccia, in posizione dominante sul bordo della valle. Era dotato di numerosi locali per la guarnigione. Era collegato con una batteria secondaria collocata nella vetta del monte Cimo. Rispecchiava la classica tenaglia tipica degli austriaci, in quanto, assieme al dirimpettaio forte Masua completava la difesa della Val d’Adige. 

 

Vie d'accesso all'opera:

Dall’abitato di Caprino Veronese ci si porta verso Ferrara di Monte Baldo. Prima di arrivare alla localitÓ di Spiazzi, si prende una stradina sulla sinistra. Dopo circa un chilometro si arriva al forte.