MATTARELLO  opera bassa

Provincia di Trento

Sulla sponda sinistra dell’Adige nei pressi del paese omonimo, in localitÓ Grezzi nel territorio catastale di Mattarello vicino al Maso Gentili. La superficie interessata era di mq.8096.

Nel periodo compreso tra gli anni 1877/1880.

Armamento principale:

Quattro cannoni da 70 mm.

Cenni storici:

Era chiamata dagli austriaci Untere Batterie Mattarello. Opera che faceva parte del gruppo di Mattarello. Lo scopo era di bloccare le eventuali provenienze da Rovereto lungo la Vallagarina. Allo scoppio del conflitto era giÓ considerato obsoleto. Fu disarmato e usato come magazzino.

Dopo la guerra fu trasformato dall’Esercito Italiano in deposito polveri e fu poi distrutto nel 1928 a causa dello scoppio degli esplosivi che vi erano stati ammassati. Le pietre furono poi usate per lavori di pubblica utilitÓ.

Il sedime con i resti di muratura e il territorio annesso, per una superficie di mq.7678, valore stimato L.350, furono dimessi dal Ministero della Guerra italiano il 26-11-1937 e venduti, l’anno seguente ( il 24-06-1938 ) per L.908.

Notizie sull'opera:

Opera costruita in pietrame, come tutte le altre che sorsero in quel periodo. Apparteneva alla prima ondata delle fortificazioni Austriache.

Vie d'accesso all'opera:

Dal paese di Mattarello lungo la strada del cimitero, lungo il rio, alla fontana a destra. Superato il torrente ci si inerpica per stradina asfaltata per qualche centinaio di metri. Si trova in proprietÓ privata. Sul terreno si legge ancora qualcosa del suo tracciato, specie il grande affossamento verso valle che ricorda il fossato di un tempo. L’unico pezzo ancora in piedi serve oggi da stalla per cavalli.