La Piazzaforte di Pola

Gurtelfort Castellier

Cenni storici:

Il suo compito era quello di bloccare il passaggio da Stignano alla cerchia dei forti e la strada da Fasana a Stignano. All'inizio della prima guerra il forte Castellier (come tutti quelli di Pola) era stato parzialmente disarmato.

Come altri forti della zona, attualmente in uso all'esercito Croato come deposito munizioni.

E' assolutamente vietato fare fotografie.

Armamento:

Quattro cannoni da 15 cm M61 e quattro cannoni da assedio da 15 cm M80 nelle postazioni alte. Due mortai da 15cm. Altri 8 cannoni da campo da 9cm M75/96 venivano usati per la difesa ravvicinata del fossato e dei fianchi.

Quattro mitragliatrici Montigny da 11mm e quattro M4 da 8mm in postazione corazzata

Notizie sull'opera:

Apparteneva al Terzo settore difensivo (Castellier). E' molto simile al forte Valmarin. Il motivo principale del suo disarmo fu la scarsa resistenza che avrebbe potuto avere contro i tiri dei moderni proiettili d'artiglieria.

E' facilmente individuabile dalle antenne installate al suo interno anche da distante.

Vie d'accesso all'opera:

Vedi Cartina