TAGLIATA  di  VENAS

Provincia di Belluno

Planimetria della tagliata

 

Si trova nella zona intermedia tra gli abitati di Venas e Vodo di Cadore, lungo la strada Statale d'Alemagna nel territorio comunale di Valle di Cadore in provincia di Belluno.

Inizio dei lavori nel 1911.

Armamento principale:

Una batteria da 75 A ( che non fu mai installata ).

Armamento secondario:

Due mitragliatrici Perino mod.1906.

Cenni storici:

Individuato nella zona tra Venas e Vodo un punto debole nella Fortezza Cadore-MaŤ, si pensÚ di costruire una tagliata che, integrandosi con la sovrastante opera di Pian dell’Antro e quella di Monte Rite, proteggesse il fronte ovest da eventuali infiltrazioni da Cortina. Per tale opera, vennero stanziate L.700.000.

La palazzina della tagliata Ť stata usata per un periodo come locale (vedi scritta sopra il portone) ma ora risulta chiusa. Purtroppo non Ť possibile accedere alla parte interna dove si trovano le postazioni che battevano la strada verso Cortina d'Ampezzo.

 

Notizie sull'opera:

Manufatto costruito in pietra. Lo sviluppo era sul piano terreno, che ospitava la cucina, la mensa, gli uffici ed i servizi igienici mentre nel primo piano trovavano posto il magazzino e la camerata. Dal pianterreno, partiva una galleria che portava alla postazione delle mitragliatrici. Prima di arrivare alla postazione c’era una riservetta per le munizioni. Ad ovest della tagliata, fu costruito un ponte in legno sulla strada. Il principale obiettivo assegnato alla tagliata sarebbe dovuto essere quello di battere la rotabile nel tratto della svolta corrispondente al Rio Ruvinian ( oggi km. 82 ss. n. 51 ), situata in angolo morto rispetto all’opera di Pian dell’Antro. L’importanza della tagliata, era destinata a scemare, appena fosse stato completato il forte Rite.

 

Come si presenta oggi

 

Vie d'accesso all'opera:

Dopo l’abitato di Venas di Cadore, si gira sulla destra ( prima del km.82 ) su di una stradina ex militare, e si arriva poco dopo al piazzale della tagliata.

 

Immagini agosto 2012